• alt text
  • alt text


NOTE

* Sul Calendario Maya Zoltkin Questo incontro si propone di offrire una guida che permette di applicarla alla vita quotidiana, in modo tale da riuscire ad allineare il nostro cuore con il cuore del cielo e della terra. IL ZOLKIN (Il Zolkin è il sacro calendario dei Maya) “Cosi come l’aria è la atmosfera del corpo, cosi il tempo è la atmosfera della mente. Il tempo in cui viviamo consta di mesi irregolari e giorni e minuti regolati meccanicamente, questo sarà il messaggio che arriva alla nostra mente. Se tutto procede in tal modo nella nostra mente, non è affatto strano che la nostra atmosfera sia oggi contaminata, mentre ci lamentiamo in continuazione per la mancanza di tempo”. Esempio di un mese del calendario Maya:CHI POSSIEDE IL TUO TEMPO, POSSIEDE LA TUA MENTE “Se riuscissi a possedere il tuo tempo possederesti la tua mente. ” JOSE ARGUE LA MAGIA DEL TEMPO “Chi possiede il tuo tempo possiede la tua mente” Per gli antenati Maya, il tempo era una realtà relativa alla mente, non all’universo circostante. La prova di ciò risiede nel fatto che usarono ben 17 calendari diversi simultaneamente. Non è nella nostra logica, strutturata su un calendario Gregoriano irregolare, su orologi meccanizzati, è in definitiva, su un sistema mentale che organizza il nostro tempo e la nostra realtà, comprendere il vero senso di una struttura del tempo alternativa. Il Zoltkin dei Maya rappresenta una vera rivoluzione rispetto al tempo, avendo come scopo quello di realizzare la sincronia di ogni essere umano con il suo “intorno”; questo calendario rispetta la frequenza del tempo in ogni persona che lo vive e gli permett e di capire nel profondo la propria realtà. Per intenderci al meglio, secondo il calendario Gregoriano ci troviamo nel 2012, nel calendario Islamico siamo nel 1433, nel calendario Indu nel 2069, in quello Ebreo nel 5772 e in quello Cinese nel 4709. Quale vogliamo scegliere per misurare il nostro tempo? Quale vuoi scegliere per misurare il tuo tempo? Come possiamo notare, la data limite del nuovo millennio, e la crisi del millennio stesso, esistono solo nel calendario Gregoriano. Ed è con questo che si relaziona il nostro cervello; la vera apocalisse, dunque, è nel nostro cervello. Il calendario di Papa Gregorio XIII non appartiene a nessuno standard di misurazione del tempo, come dimostra il Jingle, e non è neanche un calendario lunare contando in soli 365 giorni l’orbita terrestre intorno al sole (più il giorno bisestile, che sta a simbolizzare un altro anno apocalittico!). Nel calendario Maya, il giorno scimmia è un giorno di gioco, un giorno magico per vivere il tempo come arte, un giorno fuori del tempo chiamato giorno di libertà galattica, di perdono universale, di coscienza di essere in sintonia con l’universo. Quando si usa un metro, errato, di misurazione, si si ottiene una misura sbagliata, e quindi una moralità apatica; virtualmente, in questo 16 Calendario Maya in sette incontri momento, quasi tutto il mondo accetta questo calendario nella sua forma insindacabile. Non pensiamo mai che un metro standard di misurazione si possa sbagliare, non pensiamo neanche che sia immorale vivere fuori del ritmo naturale, isolati nel fluire armonico della nostra terra con l’universo. Per questo motivo abbiamo mal utilizzato la nostra moralità nei confronti della madre che ci ospita. Il nostro comportamento umano non è più in relazione ai ritmi naturali e cosmici, e questa alienazione ci ha portato alla distruzione del nostro stesso ambiente. Scegliendo il tempo digitale meccanizzato di 12 ore, di 60 minuti ciascuna, abbiamo sempre la sensazione che il tempo non ci basti mai; le ore non ci bastano più e corriamo come disperati, ormai in lotta contro chi ci permette di vivere e di realizzare il nostro sé in questo passaggio terreno, ossia la legge del tempo. Telaio dei 364 giorni +1 I cicli concorrenti 13 e 20 sono quelli più importanti; il uinale, ossia il ciclo di 20 giorni, contiene 20 glifi o tribù solari, che segnano ciascuna proprietà del giorno secondo un colore; sono come un timbro o un’impronta galattica scritta nelle dita dei nostri piedi e delle nostre mani (in numero di 20, appunto). Questi cicli racchiudono il “potere 13” o potere del movimento, “del 7” o potere della realizzazione, “del 20” o potere della totalità e la sintonia delle armoniche. IL PENSIERO LINEARE CHE CI STA SOSTENENDO Nell’ultimo periodo, ci porta fuori dall’intimo contatt o con le leggi che governano l’universo e ci scollega dall’utero della creazione. Nello ZOLTKIN, come abbiamo visto nel secondo incontro, l’ONDA INCANTATA costa di 13 giorni o tonalità che accompagnano la materia in un percorso di tredici lune. Tale percorso, di cui è composto un anno, è suddiviso a sua volta in 4 fasi di sett e giorni che corrispondono ai nostri 28 giorni di un mese; e per quale ragione, vista l’ovvietà di quanto appena dett o, continuiamo a calcolare in 30 o 31 giorni la durata di un mese? I MAYA ci insegnano att raverso il ciclo solare della loro cosmogonia che proprio in questo periodo la scienza inizia a riconoscere e a provare l’esistenza di un altro ciclo di 26. 000 anni diviso in 4 tappe: matt ina – mezzogiorno – pomeriggio e nott e. Tale ciclo sarebbe suddiviso in cicli di 5200 anni e il cuore centrale della galassia emett erebbe un raggio di sincronizzazione di un’energia potentissima verso il sole e tutt i corpi che entrano sott o la sua infl uenza. L’ultimo di questi cicli fi nirebbe nel 2012 e racchiuderebbe la cosiddett a nott e cosmica, ora in preparazione per una nuova alba o matt ino galatt ico di sincronia, di cicli e ritmi globali, stelle, galassie, pianeti e tutt i gli esseri vivi. Tutto sarà riportato a una totale e consapevole armonia tra il cuore di Dio e quello della terra.Maria Enelsi Gomez G.

Libri

Testo introduttivo per libri Maria Enelsi Gomez

Estratti che Curano

L’Autrice, con questo Manuale, “Estratti che curano”, desidera continuare il discorso sull’Alimentazione Naturale e Salutista iniziato con “Mindfulness: Alimenti ed Intolleranze” in cui poneva le basi su questo argomento. Questo Manuale è una specificazione del primo e viene a concludere questo tema, parlando espressamente di Frutta e Verdura come fonti della nostra Salute. E’ stato chiesto, infatti, da più seguaci di scrivere un Compendio dove si potessero trovare risposte concrete ed esaurienti alle domande che ogni persona può concepire sui Centrifugati e gli Estratti di Frutta e Verdura. Dato che l’Autrice considera che si possa trasmettere qualcosa basato solo sulla propria esperienza personale, tenterà in questo Manuale di portare un aiuto ai lettori interessati di questa specifica Dieta. Queste ricette non derivano solo dalla sua esperienza e da idee ispirate ma anche e soprattutto da ricerche di Medici che si sono dedicati allo studio delle risorse naturali ed hanno dedicato il loro tempo per il Bene degli altri. Certamente questo Manuale non è esaustivo del problema ma pone le basi per uno Studio e per una Pratica davvero utile.

Mindfulness: Alimentazione ed Intolleranze | di Maria Enelsi Gomez

In questo nuovo Saggio, “Mindfulness: Alimentazione ed Intolleranze”, l’Autrice ci porta alla conoscenza delle Virtù dei Cibi. Questo libro non segue le Diete degli Chef più affermati ma fa un discorso a priori. Quale è veramente il senso dell’Alimentazione e perché ci sono così tanti disturbi alimentari, come Intolleranze ad Allergie? Seguendo uno schema chiaro e preciso questo testo entra non nel gusto dei cibi ma sulla loro funzionalità e quindi sulla loro utilità. Però non si può prescindere da una formazione psicosomatica legata agli alimenti ed allora si vedranno come i nostri “gusti” in materia di cibo in effetti sono legati alla nostra personalità. Tutto lascia pensare che Cibo e Psiche siano collegati strettamente anche perché il mangiare è un’attività quotidiana e molto tempo gira intorno ad esso. Allora anche le Malattie ad origine Alimentare non sono altro che un modo di esprimere la nostra esistenza; con il cibo ci presentiamo in società ed i nostri gusti affermano quello che siamo o che vorremmo essere. Salute e Malattia si inseguono facendoci divenire strumenti dello stesso sentire comune: il Cibo è Vita!

Manuale Pratico di Riflessologia Plantare | di Maria Enelsi Gomez

L’Autrice con questo Saggio “Manuale Pratico di Riflessologia Plantare” apre una Collana di Manuali di Naturopatia. L’intenzione è quella di fornire dei Trattati leggeri e facilmente comprensibili su quanto il Mondo Olistico può offrire in questi tempi. La Riflessologia Plantare è ormai accettata e praticata da molti Operatori Sanitari ed anche l’Autrice ne fa una professione di punta. Saper integrare le varie Discipline Olistiche è un’opera meritoria, senza sovrapporsi alla Medicina Ufficiale che in alcuni casi è indispensabile. Questo breve Manuale Pratico affronta il tema anche con l’esperienza pluridecennale che l’Autrice offre. Insieme a questa Disciplina ora descritta in seguito verranno analizzate altre Tecniche e Pratiche in modo da poter avere una sintesi olistica al quanto interessante.

Poesie Semplici | di Maria Enelsi Gomez

Si ama per sentire che il cielo entra dentro di noi
Per poggiarsi nel tutto senza essere né eroi né martire
Si ama per ascoltare il proprio eco, in un altro alito, nell’altro sospiro
Si ama per vibrare in due posti allo stesso tempo, per sapere che Dio è certo
Per lodare l’universo

Si ama per essere artisti del presente, giacchè amare trasforma ogni cosa
che diviene brillante,bella e armoniosa
Si ama per sentire l’emozione di se stesso dietro gli occhi di un altro
Si ama per avvicinarsi alla riva della dimenticanza e il ricordo
Si ama per avvertire che negli occhi della persona amata giace il ricordo del paradiso perduto.

Poesias del tiempo de la guerra civil en Colombia | di Maria Enelsi Gomez

Queste poesie sono state ispirate in un momento critico della mia Colombia, un periodo di avvilimento mentale, fisico e psicologico causato dal conflitto tra i vari gruppi di instabilità sociale dei quali avete sentito già parlare, in più la povertà e la trascuratezza di vaste zone del paese, violenza e discriminazione erano il pane quotidiano. E’ triste però, vedere che ciò che è accaduto a noi, continui in vari punti della Terra contamina ti da conflitti armati, anche se è stato dimostrato mille volte che questa metodologia di guerre lasci solo dolore, degrado sociale, politico, psicologico, e culturale. Ci vogliono molti anni prima che una Nazione risorga dopo un conflitto, e noi stiamo tentando ancora di far rinascere dentro ognuno di noi, la fiducia e la coscienza dell’insieme, cose ormai dimenticate in qualche angolo della nostra umana esistenza, questa è una delle basi forti, “COSCIENZA DELL’INSIEME”, significa responsabilità e superamento della violenza personale, intrafamiliare, biosociale, questo attiva la nostra sensibilità morale e ci dona forza di volontà per dire no, non poggiare più dinamiche di questo tipo dove il denaro e le risorse vengano sprecate in armi di distruzione di massa, invasioni territoriali, tecnologie pericolose e contaminanti della nostra amata terra e la grande minaccia al valore più immenso “Il diritto alla vita”, alla felicita, come dono inalienabile in ogni essere e senza di quello non si troverebbe più nessun valore Maria Enelsi Gómez Gutiérrez.

Calendario Maya in sette incontri | di Maria Enelsi Gomez

Maria Enelsi Gomez Gutierrez è nata in Colombia, il 23 maggio 1967. Diplomata in naturopatia sia in Italia che nel suo Paese, con un Master in Massoterapia e Bioenergetica, ha partecipato a vari concorsi di poesia nazionale e internazionale con Aletti Editore, e di poesia internazionale con “il Federiciano” 2010; ha pubblicato un libro di Poesia semplice con Aletti Editore. Appassionata di cultura maya, vuole − attraverso questo manuale del calendario biodinamico − offrire un’opportunità per applicarlo alla vita di oggi, dando una migliore connotazione al tempo di ogni giorno.