• alt text
  • alt text


NOTE

*

- Durante la rotazione del legno sul bordo esterno si consiglia mantenere un angolo di inclinazione del legnetto di circa 45 gradi e di accompagnare il medesimo in un movimento costante tipo compasso.

- Lo strofinamento porta la campana a vibrare, quindi è consigliato applicare una pressione progressiva verso il centro della ciotola mano a mano che il suono aumenta. Questo per evitare il saltellamento fastidioso del legnetto che porta la campana a stridere, e per raggiungere il rendimento massimo.

 

- A volte, un leggero colpetto prima di fare scorrere il legno attorno al bordo, può facilitare l'entrata in risonanza della ciotola.


- Le campane emettono una frequenza e di conseguenza una nota fondamentale. E' difficile attribuire ad una ciotola una nota dominante ben precisa visto il subentro di varie armoniche. Per le campane antiche il discorso è diverso. Questi ormai introvabili oggetti portano nelle loro pieghe, nelle loro bordature dei segreti di fabbricazione ormai andati persi nel tempo ed offrono una pulizia di suono unica ed ineguagliabile, mantenedo anche fino allo smorzamento totale la stessa frequenza di partenza. Le note che io attribuisco ad ogni mia campana vengono identificate misurando la prima frequenza emessa dopo una percussione sul bordo esterno.


- Alcune campane rare o di forma particolare possono richiedere tecniche di suono più specializzate

Terapie Olistiche | Campane Tibetane

Massaggio Sonoro

Le Campane Tibetane, favoriscono la coscienza, l’armonia e l’evoluzione dell’uomo, sono strumenti di contatto con le sfere sia fisiche che celesti, il loro suono sottile produce un effetto simpatico, svegliando le parti più profonde e silenti, dove sicuramente senza renderci conto manteniamo muscoli contratti e tensioni a causa dello stress, facendoci perdere l’armonia e risonanza con il resto del corpo.

Il massaggio Sonoro

Il massaggio sonoro delle Campane Tibetane produce un effetto positivo su’l’intero metabolismo cellulare, nellostesso momento dellapercepcione del suono, miglioranotutti i nostricicli diveglia,esogno, ciclo mestruale e funzioniendocrinedonandocieffetto di relax

Relazione tra le campane tibetane e i chakra

Il percorso dell’energia all'interno del nostro corpo fisico vitale e’ regolato da i Chakra o dischi d’energia che anno la propria sede o centri, questi centri devono essere disintossicati, ripuliti, rigenerati di tanto in tanto, già che questi si caricano d’energia statica il nostro organismo fisico e psicologico mostra Segni di debolezza. I suoni delle Campane si muovono e rinnovano i flussi d’energia dei chakra e organi associati riempiendo la mente e l’anima di un placenteriostato di pace e serenità.

Conformazione delle campane tibetane

Sono formate dall'unione di sette metalli che corrispondono ai sette pianeti del sistema solare. Sole = oro. Mercurio = Mercurio, Marte = ferro, argento = Luna, Venere = Cobre, Plomo = Saturno, Giove = Estaño.

Questisuonicolegano con le sferecelesti che terrestre a la persona che li riceve o escolta le suenotte in una concordancia chiamata di fase técnicamente in dueonde che si spandonoall’unisono a lungo e largo del bracio di chi la suona e al chakra di chi viene esposto al suonomassaggiandolo in profondita a fine d’alcanzarestatitetta e alfa. Ilcorpoumano e’ gia un insieme di onde e vibrazioni si e sta sano vibrara allafrecuenzagiusta, se e’ malato su frecuenzasara’ disturbada. Le CampaneTibetanericchiamano le frecuenzearmonicheoriginali perche rientrino di nuovo e armónicamente e trovino la sua sincronía originale.

MariaEnelsiGomez 346 854 38 20.Con grande amore

Il silenzio è un suono curativo

it)Tratto del libro Creatividad Curativa di Michael Samuels.
All'interno del suono si trova l’esperienza del silenzi..
Il silenzio e’ il suono del non suono.
Uno ascolta con tanta attenzione come se ascoltasse musica ,ma non c’e’ nessun suono.
Il silenzio è la pausa fra il suono e la vibrazione.
Il silenzio e’ qualcosa da coltivare nella nostra vita, questo e’ essenziale se vogliamo guarire noi stessi. Ci sono momenti nella vita nei quali possiamo ricordare l’esperienza del silenzio, nel silenzio esiste una plenitudine e uno spazio enorme il quale ci fa sentire intensamente vivi.
Ci sentiamo veramente nel presente. Nel silenzio s’incontra la vera sapienza più profonda e una vera sensazione di stare nel proprio corpo.
Nel silenzio si può vedere la vera ricchezza della vita vibrante e colorita.
Nel silenzio ce’ un luogo di pace e di quiete e di gioia.
Nel silenzio si e’ perfetti come siamo.

El silencio es un sonido curativo

es) Tomado del libro Creatividad Curativa de Michael Samuels.
En el interior del sonido está también la experiencia del silencio.
El silencio es el sonido del no sonido.
Uno escucha con tanta atención como si escucharía música, pero no oye ningún sonido.
El silencio es la pausa entre cada sonido, entre las vibraciones.
El silencio es algo que debemos cultivar en nuestra vida, esto es esencial si estamos trabajando en la propia curación.
Hay momentos en la vida en los que podemos recordar la experiencia del silencio, en el silencio existe una plenitud y una espaciosidad en la que nos sentimos intensamente vivos.
Nos sentimos verdaderamente presentes, en el silencio se encuentra la propia sabiduría más profunda y la mayor sensación de estar en el propio cuerpo, en el silencio se puede ver la viva riqueza de la vida, vibrante y colorida.
En el silencio hay un lugar de paz, de quietud y de plenitud.
En el silencio uno es perfecto siendo como es.